blog-post-img-991

Bonus mobili, l’Agenzia delle Entrate chiarisce i dubbi

Domande e risposte ai quesiti sulla detrazione fiscale del 50% per l’acquisto di arredi

Data di inizio lavori, scadenze, interventi agevolabili. Sono tanti i dubbi sulle regole delle detrazioni fiscali, ai quali l’Agenzia delle Entrate risponde nella ‘posta’ della rivista telematica Fisco Oggi.

Di seguito riportiamo alcune recenti ‘domande e risposte’ sul Bonus Mobili, la detrazione del 50% sull’acquisto di arredi.

Domanda: È possibile usufruire del bonus mobili ed elettrodomestici in relazione a un intervento di ristrutturazione che avrà inizio nel 2017?

Risposta: Ai contribuenti che fruiscono della detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (articolo 16-bis, Tuir), limitatamente agli interventi iniziati a decorrere dal 1º gennaio 2016, spetta anche una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le ulteriori spese documentate sostenute nel 2017 per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di recupero (articolo 16, comma 2, DL 63/2013).

La detrazione, inizialmente riferita alle spese sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013, è stata da ultimo prorogata al 31 dicembre 2017 dalla Legge 232/2016 che, per il 2017, ha limitato il beneficio agli acquisti di mobili e grandi elettrodomestici effettuati in connessione con lavori di recupero del patrimonio edilizio eseguiti nel 2016 e nel 2017. Pertanto, è possibile usufruire della detrazione anche con riferimento a un intervento di recupero edilizio iniziato nel 2017.

continua a leggere

Nessun commento

Non ci sono commenti, commenta per primo!

Lascia Commento